rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Via Farini

Da 88giorni senza stipendio, tornano a fare la spesa proletaria da Carrefour

L'iniziativa di Assago si è ripetuta oggi al supermercato Carrefour di via Farini, a Milano. "Una prova puramente dimostrativa" hanno assicurato i licenziati. Domani verranno ricevuti dall'arcivescovado

Un nuovo tentativo di spesa proletaria, questa volta al Carrefour di via Farini, a Milano. Ma si tratterebbe di una prova puramente dimostrativa. Non ci stanno più i 64 lavoratori della cooperativa R. M. da 88 giorni senza stipendio. Licenziati dall'azienda che gestisce il magazzino del Carrefour, sono stati reintegrati con un provvedimento del giudice ma sembrano ancora senza lavoro.

Così, dopo il fallito tentativo di spesa proletaria al supermercato di Assago - generi alimentari come anticipo degli stipendi dovuti e non pagati - oggi una delegazione di licenziati ci ha riprovato. Di fronte al supermercato di via Farini è stata installata una tenda che ospiterà alcuni manifestanti, mentre domani una delegazione di lavoratori sarà ricevuta nell'arcivescovado di Milano, dove consegnerà una lettera per il cardinale Dionigi Tettamanzi.


La sede milanese della Filt-Cgil, che sta seguendo il caso dei 64 espulsi, ha allestito una sorta di "borsa alimentare" per dare loro assistenza e invita i cittadini a portare negli uffici di via San Gregorio 48 la spesa da donare. L'intera vicenda, ancora non conclusasi con il legittimo reintegro dei lavoratori, era stata bollata dal sindacato come "la Melfi del Nord".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 88giorni senza stipendio, tornano a fare la spesa proletaria da Carrefour

MilanoToday è in caricamento