Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Cerca di andare in Svizzera con i lingotti d'oro nell'Audi: commercialista fermato alla dogana

Nei guai un commercialista quarantenne. Con lui in auto c'era la moglie. Sequestrato l'oro

Foto repertorio

Nonostante avesse detto di non avere nulla da dichiarare, il nervosismo suo e di sua moglie ha attirato l'attenzione dei finanzieri. E alla fine, una rapida occhiata in auto ha giustificato quel nervosismo. 

Un uomo di quaranta anni, un commercialista di origini torinesi ma da tempo residente a Milano, è stato fermato domenica dalla fiamme gialle alla dogana di Maslianico, nel Comasco, mentre trasportava quattro lingotti d'oro

Gli uomini della finanza hanno bloccato l'Audi del professionista mentre lasciava l'Italia per entrare in Svizzera e hanno chiesto se lui e la moglie avessero qualcosa da dichiarare. I due, nonostante la risposta negativa, hanno tradito un certo nervosismo, convincendo i militari a perquisire l'Audi. Nascosti in uno zainetto in macchina, i finanzieri hanno trovato proprio i quattro lingotti, dal peso di cento grammi ciascuno. 

A quel punto, dopo che il commercialista non ha saputo spiegare la provenienza dell'oro, le fiamme gialle hanno sequestrato i lingotti, dal valore di 14mila euro. Per il professionista è stato invece ipotizzato il reato di contrabbando. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di andare in Svizzera con i lingotti d'oro nell'Audi: commercialista fermato alla dogana

MilanoToday è in caricamento