menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto della polizia

L'arresto della polizia

Prende a sassate casa della ex e la minaccia di morte, arrestato

Il fatto è avvenuto in via Appennini, a Milano

"Apri sta cazzo di porta: ti ammazzo, ti brucio viva". Queste alcune delle frasi urlate a squarcia gola contro la sue ex compagna da un uomo italiano di 44 anni arrestato domenica dagli agenti del commissariato Bonola, in via Appennini, a Milano. 

L'uomo, Salvatore D. M., secondo la ricostruzione della polizia, non aveva accettato la conclusione della relazione con la donna, una brasiliana di 34 anni. Negli ultimi tre mesi aveva più volte aggredito verbalmente la ex, tanto che la ragazza aveva presentato due denunce: il 5 marzo e il 16 maggio.

Domenica l'ultimo episodio, intorno alle 14.30 si è presentato sotto casa della donna e, nonostante la presenza della figlia di 6 anni, ha iniziato a lanciare sassi contro la finestra e 'sputare' minacce. La donna terrorizzata dalle frasi dell'uomo ha chiamato la polizia che lo ha ammanettato e portato via.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento