menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S'accascia e muore davanti al figlio allenatore di calcio

Un allenatore di calcio lombardo di una squadra giovanile di Cremona, Luca Premi di 43 anni, è morto sotto gli occhi del figlio quattordicenne

Un allenatore di calcio lombardo di una squadra giovanile di Cremona, Luca Premi di 43 anni, è morto sotto gli occhi del figlio quattordicenne. E' stato stroncato da un malore davanti agli spogliatoi del campo di S. Sigismondo, dove di lì a un'ora doveva iniziare la partita tra la sua squadra, i giovanissimi del S.Ilario, e la Martelli di Piadena (Cremona). E' accaduto sabato 16 novembre. 

Luca Premi allenava la squadra che prende il nome dalla parrocchia di Cremona. L'uomo era co-titolare di un'azienda di Sesto Cremonese specializzata in forniture per centri estetici. Era sposato a aveva due figli, entrambi con la passione del calcio.

Nei giorni scorsi Premi non si era sentito bene e sembra si fosse rivolto a un medico. Si è accasciato con le mani sul petto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento