Cronaca

Suicidio nel Milanese: imprenditore si impicca nel bosco

L'uomo, 60 anni non riusciva a pagare i dipendenti. Non ha retto alla difficile situazione economica: si è impiccato nel Parco delle Groane. Lascia moglie e due figli

L'uomo si è impiccato

Continua la tragica "catena" di suicidi legati alla crisi economica. Dopo il suicidio di un uomo nel Salernitano, un altro estremo gesto nel Milanese. Nel pomeriggio di martedì 8 maggio, infatti, intorno alle 17.30, un uomo di 60 anni è stato trovato senza vita nei pressi di Cesate, al Parco delle Groane. 

Luigi Fenzi, residente a Saronno nel Varesotto, da tempo aveva difficoltà a pagare i dipendenti della sua azienda, la Essetitre, che fra le altre attività gestisce corsi di istruzione e assistenza per l'utilizzo di impianti elettronici.

L'imprenditore, sposato e padre di due figli, si è allontanato da casa nel primo pomeriggio, senza avvertire i familiari. Da Saronno ha raggiunto in auto Cesate, a pochi chilometri di distanza, si è inoltrato nel bosco e si è impiccato a un albero.

Il biglietto, attraverso il quale ha motivato il gesto con i debiti contratti dalla sua piccola impresa, con sede a Saronno, è stato ritrovato ai piedi del cadavere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio nel Milanese: imprenditore si impicca nel bosco

MilanoToday è in caricamento