Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Piazzale Maciachini

Maciachini Center: il nuovo business park riqualificherà la zona?

I 100mila metri quadri dell'ex Carlo Erba pronti per diventare un progetto architettonico che ospiterà uffici, aree ristoro, addirittura un museo. Per ridare lustro ad una delle zone più vecchie di Milano Nord

Fermi sulla pista ciclabile che costeggia gli edifici, non si resiste alle tentazione di estrarre la macchina fotografica e scattare qualche immagine. Sebbene l'inaugurazione definitiva sia stata fissata per l'autunno, il Maciachini Center ha già acquistato la sua fisionomia: si rimane stupiti davanti ai colori e alle geometrie che hanno ridato vita a questo isolato.

  Il progetto è bello, ma è solo una colata di cemento  


Solo fino a pochi anni fa, a circa 200 metri da piazzale Maciachini, si incontravano gli edifici dismessi della Carlo Erba, una delle principali industrie farmaceutiche al mondo, sorta qui a fine Ottocento e chiusa nel 1998 dopo un lungo periodo di crisi. Quel complesso per molti anni abbandonato a se stesso ha fotografato la situazione a lungo vissuta da Via Imbonati, tra degrado urbano, integrazione difficile (più della metà dei residenti non è italiano) e criminalità diffusa. Saprà il Maciachini Center, business park dal profilo avveniristico, ridare dignità a questa storica via milanese? Nell'area di 100mila metri quadri compresa tra Via Crespi, Via Bracco, Via Bovio e Via Imbonati i marciapiedi sono stati allargati, il manto stradale risistemato, alcune facciate delle residenze ripulite.


Il Maciachini Center ospita già diversi edifici completi, che accoglieranno 4.000 operatori del terziario: su diversi palazzi, svettano le insegne di Mont Blanc, Sorin Group, Société Générale, Zurich, proprietaria di un'intera struttura. Al centro del complesso il museo delle marionette dall'architettura sbilenca. In attesa che gli ultimi cantieri vengano chiusi, è già attiva la palestra Virgin su Via Imbonati. Accanto ad essa, a ricordo del passato industriale dell'area, la ciminiera della Carlo Erba.


La riconversione totale di questa ex area industriale è ormai prossima alla conclusione, ma nonostante i molti attestati di stima, qualcuno avanza anche delle critiche. "Il progetto è bellissimo, ma è solo una colata di cemento!" dice un signore riferendosi agli esigui spazi verdi inseriti tra un palazzo e l'altro.
Altri temono che il nuovo isolato non risolva alcuni dei problemi di ordine pubblico che attanagliano da diversi anni Via Imbonati: "Con la chiusura della Carlo Erba qui è salito il numero di extracomunitari e con loro la criminalità. Non è raccomandabile uscire la sera dopo una certa ora". "Prima di costruire nuovi palazzi, non sarebbe stato meglio risistemare quelli che cadono a pezzi nelle vicinanze?"


Nonostante le perplessità sollevate da alcuni residenti, la maggior parte applaude al nuovo business park: "Le nostre vie tornano a vivere dignitosamente!". La speranza è quella che il Maciachini Center sia stato solo il primo di una lunga serie di interventi riqualificativi per una delle zone più vecchie e meno tutelate di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maciachini Center: il nuovo business park riqualificherà la zona?

MilanoToday è in caricamento