Cronaca

Costringe la figlia di 16 anni e con problemi psichici a prostituirsi: arrestata la madre

L'ordinanza è stata firmata dal gip Natalia Imarisio su richiesta del pm Cristian Barilli

Immagine di repertorio

A 16 anni era costretta a fare la prostituta. La ragazzina, con problemi psichici, era vittima della donna che avrebbe dovuto proteggerla: la madre. Gli incontri a pagamento - la tariffa stabilita era di cento euro all'ora - avvenivano in un appartamento nella periferia di Milano. Ed erano 'sponsorizzati' su vari portali web di incontri hard: con foto della minore in pose osé.

La donna, una cinquantenne sudamericana, è stata arrestata. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal gip Natalia Imarisio su richiesta del pm Cristian Barilli, titolare dell'indagine svolta dagli agenti di polizia del commissariato Garibaldi-Venezia.

Le indagini erano iniziate durante l'estate del 2016. La vicenda è emersa dopo la denuncia di una persona vicina a mamma e figlia e con la quale l'adolescente si era confidata. La ragazza era costretta a rapporti con clienti di ogni età.

Stando a quanto hanno ricostruito gli inquirenti, la giovane era arrivata in Italia pochi anni fa, solo con la madre. Quest'ultima l'avrebbe avvicinata al mondo della prostituzione a quindici anni. In diverse occasioni, secondo le indagini, la cinquantaduenne si sarebbe prostituita insieme con la figlia.

La minore, tra l'altro, è seguita da tempo dai servizi sociali per le sue manifestazioni di rabbia incontrollata e spesso sproporzionata alla situazione e con una personalità borderline. Adesso è in comunità protetta mentre la madre, che non ha risposto alle domande del gip, si trova a San Vittore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costringe la figlia di 16 anni e con problemi psichici a prostituirsi: arrestata la madre

MilanoToday è in caricamento