Mamma cerca di strangolare l'avversario del figlio durante una partita di calcio all'oratorio

Una scena avvilente 'andata in onda' durante il campionato invernale Tornei dell'Amicizia

Repertorio

Al termine di una partita di clacio nervosissima in oratorio, la madre di uno degli adolescenti in campo si è precipitata sul terreno di gioco ed ha afferrato per il collo un ragazzino di 17 anni, avversario di suo figlio. Così, tra le minacce di morte e gli insulti rivolti dalla donna al minore, sono dovuti intervenire gli altri genitori per cercare di calmare gli animi.

Una scena avvilente 'andata in onda' durante una delle gare del campionato invernale 'Tornei dell'Amicizia', disputata presso l'oratorio San Gerolamo Emiliani di via Don Calabria a Milano. Prima che le attività ludico sportive si fermassero del tutto per l'emergenza coronavirus

Daspo per la madre violenta che picchia gli avversari del figlio

Un episodio emerso solo il 20 marzo, quando la questura ha comunicato che dal 17 il questore di Milano, Sergio Bracco, ha deciso di emettere un Daspo di due anni nei confronti della madre esagitata, una 51enne. Che oltre al Divieto di accedere alle manifestazioni sportive, come avviene con gli ultras più violenti, è stata denunciata a piede libero per violenza privata e minacce aggravate.

A ricostruire l'intera vicenda sono stati i poliziotti del commissariato Lambrate, intervenuti in via Don Calabria il giorno della zuffa. Stando alle testimonianze raccolte sul posto dagli agenti, il 17enne era stato pesantemente insultato dalle persone in tribuna perché durante la partita aveva commesso alcuni falli di gioco. 

Mamma ultras aggredisce un ragazzino durante una partita all'oratorio

Irritato per la situazione, il giovane aveva sputato sul terreno di gioco e tanto era bastato a scatenare la rabbia violenta della 51enne. Tra insulti e minacce, perfino di morte, la donna non aveva più smesso di incalzare il giovanissimo. Poi a fine partita - che ricordiamolo ancora faceva parte del Torneo dell'Amicizia - la signora si è avvicinata alla recinzione che delimita il campo e si è fiondata con le sue mani attorno al collo del ragazzino, come per strozzarlo.

L'aggressione fisica è stata poi sedata da alcune delle persone presenti in tribuna che hanno anche telefonato la polizia. Ora per la madre ultras è scattata la sanzione esemplare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento