rotate-mobile
Orrore a scuola

Violenza sessuale su 4 bambine, arrestato maestro d'asilo a Milano

L'uomo sarebbe stato incastrato dalle telecamere piazzate dalla polizia locale

Palpeggiamenti, strusciamenti e un campionario di altri atteggiamenti tutt'altro che consoni con il suo ruolo. Un maestro di 34 anni, insegnante in una scuola materna comunale nella periferia sud ovest di Milano, è stato arrestato mercoledì. Pesantissima l'accusa: violenza sessuale, aggravata, nei confronti di quattro bambine sue allieve di 4 e 5 anni.

L'uomo è stato arrestato in flagranza dalla polizia locale di Milano, in un'inchiesta coordinata dall'aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria Stagnaro. Gli investigatori lo hanno incastrato dopo una segnalazione. Per questo sabato 13 aprile hanno piazzato alcune micro telecamere nella struttura scolastica. Nei primi tre giorni di scuola, da lunedì 15 a mercoledì 17, le immagini avrebbero confermato i sospetti contro l'educatore. E sono scattate le manette, mentre l'uomo era al lavoro, per impedire che continuasse.

In tutto le micro telecamere avrebbero immortalato cinque abusi sessuali contro le piccole. Il maestro, presunto pedofilo, è stato quindi fermato subito. Lui, davanti agli agenti, è rimasto in silenzio ma nel suo telefono cellulare ci sarebbe del materiale pedopornografico. Sulla convalida dell'arresto in flagranza del trentaquattrenne, che non ha precedenti penali, dovrà esprimersi il gip, dopo l'interrogatorio previsto, pare, per venerdì. Al magistrato il potere di decidere anche sul tipo di 'custodia cautelare' in attesa del processo: carcere o domiciliari.

La maestra violenta arrestata a Milano

Il 16 aprile, era emersa un'altra storiaccia da un'altra scuola comunale, un nido nella periferia nord ovest della città. In quel caso, i 'ghisa', sempre coordinati dall'aggiunto Mannella e dal pm Stagnaro, su ordinanza del gip Angela Minerva, avevano arrestato una maestra di 45 anni. L'educatrice, da 16 anni nella struttura, era finita ai domiciliari con l'accusa di maltrattamenti aggravati contro almeno dieci bimbi di pochi mesi o meno di un anno o poco più.

I bimbi, stando a quanto scritto nero su bianco nell'ordinanza, dovevano seguire i suoi "ordini" e lei li imboccava forzatamente "nonostante non avessero ancora deglutito", fino a "procurare loro il vomito". Spesso non dava loro nemmeno da bere, perché altrimenti sarebbe stata costretta "a cambiarli". Urlava loro frasi come "dormi viziata.." o "non rompere....". E ancora "li scuoteva con forza per farli addormentare". In altri casi "li copriva completamente con una coperta" o li costringeva "a consumare il cibo velocemente", mentre passava spesso il tempo a guardare il cellulare piuttosto che vigilare sui bambini. La denuncia era partita da alcune colleghe. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale su 4 bambine, arrestato maestro d'asilo a Milano

MilanoToday è in caricamento