menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'interno dei Magazzini Generali

L'interno dei Magazzini Generali

Troppo difficoltoso l'ingresso di disabili: Magazzini Generali chiusi un mese?

Una ragazza chiede se può entrare in carrozzina e le viene detto di sì: ma al locale scopre che può solo essere "sollevata" da un "buttafuori"

Magazzini Generali chiusi per un mese? Il noto locale notturno avrebbe impedito a una ragazza disabile di entrare per assistere a un concerto. Così, stando alla associazione Ledha, sarebbe arrivata, dopo un iter, la sanzione del comune che prevede anche una multa di 516 euro.

Tutto sarebbe iniziato il 18 marzo 2013, quando una giovane (su carrozzina elettrica) residente a Bergamo voleva assistere a un concerto all'interno dei Magazzini e si era preventivamente informata, via email, sulla possibilità di accedere, ricevendo risposte positive.

Tuttavia, per colpa di alcuni gradini, non avrebbe potuto accedere al piano rialzato. L'accessibilità promessa consisteva, in pratica, sempre stando alla Ledha, nel far alzare la carrozzina da parte di un "buttafuori". Soluzione però che non sarebbe stato possibile praticare perché la carrozzina della giovane è molto pesante. La ragazza ha quindi presentato una denuncia in seguito alla quale la Ledha, associazione presieduta da Franco Bomprezzi, ha chiesto al comune di intraprendere provvedimenti contro il locale, dopo che un tentativo di mediazione non era andato a buon fine.

Stando alla Ledha, il comune avrebbe accolto la richiesta, ritenendo che il "servizio di sollevamento" proposto dai Magazzini Generali non può essere definito "una metodologia per il superamento delle barriere architettoniche, ma tutt'al più una pratica estemporanea per sopperire a una situazione di emergenza". Tradotto: il locale non si è sufficientemente attrezzato per i disabili e quindi di fatto li discriminerebbe.

LA SMENTITA: "IL LOCALE RESTA APERTO"

I Magazzini Generali, però, smentiscono categoricamente di meritare la sanzione del comune di Milano. La loro versione dei fatti è differente. Il locale è intenzionato a impugnare il provvedimento chiedendo una sospensiva e, nel frattempo, resta aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento