Cronaca

È stato sequestrato un maxi magazzino (abusivo) che vendeva bibite e birre

È successo a Corsico nella giornata di martedì 20 luglio, nei guai un cittadino turco e un italiano

Bancali con bibite, acqua e birra. Un vero e proprio magazzino (abusivo) in grado di rifornire ristoranti e bar. È quello che hanno sequestrato i militari della guardia di finanza a Corsico nella giornata di martedì 20 luglio; nei guai il titolare del deposito, un cittadino turco, denunciato insieme a un italiano per ricettazione.

Il magazzino è stato scoperto e sequestrato quasi per caso: tutto è iniziato quando baschi verdi del gruppo pronto impiego di Milano, mentre si trovavano a Corsico, hanno notato due uomini, un cittadino turco e un italiano, che stavano caricando delle bibite su un furgone. Insospettiti dall’atteggiamento dei due i finanzieri hanno constatato che era in corso una compravendita priva di qualsiasi documentazione.

Dopo le prime verifiche i militari sono poi entrati all'interno del capannone dove si sono trovati di fronte un vero e proprio magazzino con circa 170mila articoli. Il cittadino turco, titolare del contratto di locazione dell'immobile, secondo quanto riportato in una nota delle fiamme gialle, avrebbe dichiarato di non avere partita iva e di vendere saltuariamente merce alimentare per sopravvivere. 

L'ingente quantitativo di merce della stessa tipologia e la mancanza di disponibilità economica dell’indagato per poter acquistare lecitamente quanto rinvenuto, ha determinato i militari a ritenere che la merce fosse di provenienza furtiva. Per questo il magazzino è stato sequestrato e i due sono stati denunciati a piede libero per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stato sequestrato un maxi magazzino (abusivo) che vendeva bibite e birre

MilanoToday è in caricamento