Cronaca

Nuovo caso di meningite a Milano: uomo ricoverato al San Paolo, avviata la profilassi

Gli ultimi casi avevano riguardato una ragazza di 17 anni, un ragazzino di 14 e una neonata

Immagine di repertorio

Gli ultimi casi avevano riguardato una ragazza di 17 anni, un ragazzino di 14 e una neonata. Ora, un uomo di 41 anni, impiegato e residente a Milano, è stato ricoverato mercoledì sera all'ospedale San Paolo di Milano con febbre alta e altri sintomi riconducibili a meningite che, giovedì mattina, dopo il prelievo del liquor, è stata confermata. L'uomo ora si trova ricoverato nel reparto di malattie infettive, in condizioni non critiche.

Avviata immediatamente la profilassi per i contatti stretti per cinque familiari e quaranta colleghi di lavoro. Al momento sono in corso ulteriori esami per l'identificazione del ceppo. Secondo quanto comunicato dall'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

L'uomo si è sentito male martedì scorso, quattro aprile, accusando febbre alta e brividi, ha spiegato l'assessore. "I sintomi si sono acuiti con la comparsa di vomito e rash cutaneo che lo hanno spinto a chiamare la guardia medica, la quale ha immediatamente disposto il trasferimento al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo".

A febbraio erano morte due donne, e l'attenzione era stata molto alta: gia da gennaio c'è un boom di prenotazione per i vaccini.

CHI E' A RISCHIO CONTAGIO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo caso di meningite a Milano: uomo ricoverato al San Paolo, avviata la profilassi

MilanoToday è in caricamento