Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Malpensa, operazione della Finanza su traffico di valuta: intercettati 52milioni di euro

È il risultato dell'operazione «Flying cash», portata a termine dalle fiamme gialle nel 2014. Sono scattate sanzioni per 360mila euro e altri 300mila sono stati sequestrati

Fiamme gialle durante la conferenza stampa

Un flusso di denaro contante superiore a 52 milioni di euro esportati o importati in Italia dallo scalo di Malpensa. È quanto emerso nel corso dell’operazione «flying cash» portata a termine nel 2014 dai militari della guardia di finanza di Malpensa in collaborazione con i funzionari dell’agenzia delle dogane, con l'obiettivo di contrastare il traffico di valuta.

Tra tutti i passeggeri transitati nello scalo ne sono stati controllati oltre 5.200, quasi 900 sono stati sorpresi mentre violavano la normativa vigente, che prevede l’obbligo di dichiarare in dogana importi di denaro contante pari o superiore a 10mila euro. In totale sono state scattate sanzioni amministrative per 360mila euro e altri 300mila sono stati sequestrati.

Dimenticanze, ma anche occultamenti veri e propri. Non sono pochi i passeggeri che hanno cercato di imbarcarsi nascondendo la valuta con stratagemmi da narcotrafficanti. L’ultimo balzato agli onori della cronaca è stato il caso dei contanti nascosti all’interno di un vasetto della Nutella.

Gran parte delle banconote sono state scoperte da Tango, un Labrador addestrato a riconoscere con l’olfatto l’inchiostro delle banconote. Il cane «da quando è entrato in servizio — scrivono in una nota le fiamme gialle — ha permesso l’individuazione di centinaia di soggetti, rinvenuti in possesso di denaro contante per circa 2 milioni di euro». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malpensa, operazione della Finanza su traffico di valuta: intercettati 52milioni di euro

MilanoToday è in caricamento