menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba d'acqua a Milano, maxi lavoro per i vigili del fuoco: 350 interventi per il maltempo

I pompieri hanno fronteggiato l'emergenza in prima linea insieme alla Locale e protezione civile

Oltre 200 interventi svolti e altri 150 da fare. Tutti legati al maltempo. Sono ore di grande lavoro per i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano che nella notte tra giovedì e venerdì 15 maggio, insieme a polizia locale e protezione civile, hanno dovuto fare i conti con il maltempo.

I pompieri di via Messina stanno intervenendo praticamente in tutti i quartieri della città: "Non c'è una zona della città maggiormente colpita dal maltempo", hanno fatto sapere dalla centrale operativa. I maggiori interventi sono legati agli allagamenti nelle cantine, ma la bomba d'acqua che ha colpito Milano ha abbattuto anche diversi alberi e rami.

Maltempo a Milano, esondato il Seveso

A causa del maltempo che ha imperversato sulla città, e sui comuni a Nord di Milano, il fiume Seveso è esondato intorno alle 3 del mattino, mentre dopo le 4.30 anche il Lambro ha raggiunto il livello di allarme.

Alle 7.50 l'esondazione è terminata e sono iniziate le operazioni di pulizia per riaprire le strade. 

Le previsioni meteo per venerdì 15 maggio

Dalle 18 di giovedì 14 maggio era in vigore un'allerta meteo per il capoluogo e per tutta la regione. La protezione civile di regione Lombardia aveva stabilito una criticità arancione - 'moderata', livello di pericolo tre su quattro - per rischio temporali forti e rischio idrogeologico e una criticità gialla - il livello inferiore - per vento forte e rischio idraulico. L'allerta è entrata in vigore dalle 18 di giovedì e durerà per tutta la giornata di venerdì 15 maggio. 

"Sulla Lombardia flusso umido e mite da sudovest, generato da una vasta zona depressionaria centrata sulle coste del Portogallo. Dalla sera di giovedì 14, a partire dai settori meridionali della regione, sviluppo di rovesci e temporali in rapida estensione verso nord, fino a coinvolgere quasi tutti i settori. Nella notte tendenza a graduale esaurimento dei fenomeni sui settori meridionali, tenderanno invece ad insistere altrove specie su Alpi, Prealpi e alta Pianura", si leggeva nel bollettino meteo della regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento