Cronaca Via Assiano

Maniaco spiava donne nei bagni degli Autogrill

Un 50enne di Gallarate (Varese) che "agiva" sulle Tangenziali di Milano sorpreso dalla polizia stradale

Aveva ideato un ingegnoso sistema

Una storia di perversione finita con la denuncia per atti osceni e violenza privata. Protagonista un uomo di 50 anni di Gallarate, separato con due figli, ma la vicenda si svolge interamente lungo la tangenziale ovest di Milano. E più in particolare presso le varie stazioni di servizio.

Il 50enne aveva adottato un ingegnoso sistema per spiare le donne nei bagni degli Autogrill. Ma è stato incastrato, dopo varie segnalazioni dei gestori, dalla polizia stradale, i cui agenti si sono appostati a Muggiano qualche sera fa.

A un certo punto l'uomo è arrivato: è sceso dall'auto e si è diretto verso i bagni delle donne, dai quali è uscito dopo qualche minuto. Come poi appurato e riferito dal "Giorno", aveva attaccato cartelli sui wv con la segnalazione (ovviamente falsa) di un guasto, e l'invito ad usare in alternativa la grata per terra. Gli agenti hanno atteso ancora. Non molto tempo dopo, una donna è scesa da un'auto e si è diretta verso i servizi. Lui l'ha seguita. A quel punto i poliziotti sono intervenuti e sono entrati nell'area dei bagni.

Lui era sdraiato per terra, davanti alla porta in cui s'era chiusa la donna: porta che, come tutti sanno, è leggermente sollevata rispetto a terra. Ha ammesso tutto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maniaco spiava donne nei bagni degli Autogrill

MilanoToday è in caricamento