rotate-mobile
Case popolari / Gallaratese / Via Bolla

I residenti in via Bolla manifesteranno davanti alla sede di regione Lombardia

Il presidio venerdì alle cinque di pomeriggio

Gli abitanti degli stabili popolari di via Bolla, al Gallaratese, scenderanno in piazza per protestare davanti a Palazzo Lombardia, sede della giunta regionale, venerdì 18 febbraio alle cinque di pomeriggio. La pazienza, per loro, è arrivata al culmine dopo l'incendio scoppiato domenica sera nelle cantine, causato da un corto circuito dei cavi elettrici diventati un vero e proprio dedalo tra i contatori, per via degli allacciamenti abusivi, che, tra l'altro, producono bollette elettriche 'alle stelle' per gli inquilini regolari.

2017, il presidente Aler: "Facciamo prima ad abbattere"

"Saremo al fianco dei cittadini e delle cittadine perchè su via Bolla non vogliamo più chiacchiere e scarica barile. Non può vincere l'indifferenza", ha scritto su Facebook Giulia Pelucchi, presidente del municipio 8, appoggiando l'iniziativa. "Noi siamo sul territorio tutti i giorni per risolvere le criticità a differenza loro che sono solo capaci di fare passerelle elettorali e false promesse", ha rilanciato Fabio Galesi, vice presidente del municipio 8.

2017: MilanoToday e Agorà insieme in via Bolla

La settimana è stata costellata di polemiche molto accese tra comune di Milano e regione Lombardia proprio sulle case popolari, in generale, ed anche su via Bolla in particolare. Beppe Sala e Attilio Fontana si sono dati del "nervoso", del "comandina" e altri termini poco eleganti. I continui annunci, pluriennali, che la 'stecca' più degradata sarebbe stata presto abbattuta (per ricostruirla) sono caduti miseramente nel vuoto, lasciando nel limbo gli abitanti regolari. Alcuni di loro, nel frattempo, sono stati spostati altrove. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I residenti in via Bolla manifesteranno davanti alla sede di regione Lombardia

MilanoToday è in caricamento