rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

"Vogliamo il referendum": protesta dei lavoratori Trenord

"Vogliamo il referendum", e' la richiesta del presidio dell'Orsa martedì al Pirellone, per ottenere di votare l'approvazione del contratto firmato dai sindacati il 21 giugno con Trenord

"Vogliamo il referendum", e' la richiesta del presidio dell'Orsa martedì al Pirellone, per ottenere di votare l'approvazione del contratto firmato dai sindacati il 21 giugno con Trenord. Sono state raccolte oltre 2mila firme, ne servono il 30%, tra i 4.200 dipendenti, il 30% sono le necessarie, e ora i lavoratori si dicono pronti al terzo sciopero, domenica.

"Chiediamo al nuovo assessore un atto di democrazia, per poter dire la nostra sul contratto, il presidio e' per evitare di danneggiare i lavoratori lombardi con altri scioperi - ha spiegato Antonino Malara, titolare della trattativa con Trenord per Orsa - ma se non avremo risposte gli scioperi continueranno. Se ci concedono il referendum, invece, siamo disposti ad annullare anche lo sciopero di domenica".

Se con l'ex assessore regionale ai trasporti Raffaele Cattaneo "era gia' avviato un percorso ma fumoso e debole", Malara e' pronto gia' venerdi' a consegnare al nuovo assessore, Andrea Gilardoni, "tutta la documentazione chiedendogli di non essere di parte. Puo' chiamare l'azienda e i firmatari, prendere atto delle nostre firme e concedere un atto di democrazia mettendo fine ai disagi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliamo il referendum": protesta dei lavoratori Trenord

MilanoToday è in caricamento