Violenze, incendi, devastazioni al corteo No Expo: reazioni dei politici

Unanime condanna delle violenze. Pisapia: "Criminali". Salvini chiede le dimissioni del ministro dell'interno Alfano. La solidarietà del sindaco di Roma, Marino

Pompieri spengono auto in fiamme (Gemme/MT)

Unanime, da parte delle forze politiche, la condanna del terribile pomeriggio vissuto dalla città di Milano con le violenze dei "black bloc" in zona Magenta durante la "No Expo May Day Parade": devastazioni, decine di auto e negozi incendiati, petardi, con le forze dell'ordine che hanno cercato di contenere il più possibile la violenza dei manifestanti e di limitare al massimo i tafferugli.

"Milano non può accettare nessun tipo di violenza che crea danni enormi alla città e ai cittadini", ha reagito il sindaco Giuliano Pisapia, chiedendo che i responsabili "di fatti gravissimi e inaccettabili vengano individuati e risarciscano i danni morali e materiali". Pisapia ha poi invitato i cittadini a "dare un segnale di civiltà e democrazia, collaborando con noi per riparare i danni provocati da soggetti che possono essere definiti solo idioti, oltre che criminali". E da Roma è arrivata la solidarietà del primo cittadino Ignazio Marino, che in una nota ha scritto: "Roma è vicina a Milano, ai suoi cittadini e al suo sindaco".

"I responsabili vanno isolati e puniti", gli ha fatto eco Marco Granelli, assessore comunale alla sicurezza. "Sono una minoranza di delinquenti, cinquecento su 20 mila che protestano". Granelli ha ringraziato le forze dell'ordine "che hanno impedito che continuasero a distruggere e hanno disperso i delinquenti".

"Milano devastata, Alfano dimettiti. Auto in fiamme, negozi distrutti e barricate. Milano devastata da delinquenti incappucciati. Tutti in galera questi balordi, c.... Renzi e Alfano, i danni ai cittadini pagate voi?" . Così, su Twitter, ha tuonato Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord. E il presidente della regione, Roberto Maroni, anche lui della Lega, ha twittato il "pieno sostegno alle forze dell'ordine che stanno fronteggiando la guerriglia urbana scatenata da imbecilli violenti, che devono finire in galera".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Milano è devastata, Pisapia chieda spiegazioni al suo amico Mazzali", ha attaccato Riccardo De Corato di Fratelli d'Italia, riferendosi al consigliere comunale di Sel (e avvocato del "Legal Team") Mirko Mazzali. "Antagonisti e no global stanno mettendo a ferro e fuoco la città, Milano è assediata dai criminali proprio nel giorno dell'inaugurazione dell'esposizione universale", ha proseguito l'ex vicesindaco stimando che "ammontano a 250 mila euro i danni causati". E per Giulio Gallera, coordinatore cittadino di Forza Italia, si è trattato di "un pomeriggio davvero drammatico. Pretendiamo che vengano arrestati immediatamente i colpevoli e pene esemplari per questi gruppi di violenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento