Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Scuole, le manutenzioni straordinarie saranno decise dai nove Municipi

I "parlamentini" presenteranno l'elenco delle priorità entro gennaio del 2017. Resta a Palazzo Marino la rimozione dell'amianto dalle strutture

Muro crollato in una scuola (Repertorio)

"Rivoluzione" sulle priorità di intervento nell'edilizia scolastica a Milano: d'ora in poi saranno i nove Municipi a indicarle, nel rispetto dei vincoli posti dalle linee generali d'indirizzo di Palazzo Marino e dalle disponibilità di bilancio, con una "torta" di ventidue milioni e mezzo di euro all'anno.

L'obiettivo è rendere più efficaci e veloci, ma soprattutto maggiormente aderenti ai bisogni del territorio, le modalità di decisione e attuazione della manutenzione straordinaria. «La condivisione delle responsabilità decisionali è il migliore strumento a nostra disposizione per ottimizzare le risorse e proseguire nell'opera di graduale riqualificazione del patrimonio rappresentato dalle nostre cinquecento scuole», hanno spiegato Gabriele Rabaiotti (assessore ai lavori pubblici) e Anna Scavuzzo (vice sindaco e assessore all'educazione).

I Municipi presenteranno - entro gennaio 2017 - una lista di priorità in modo da consentire agli uffici tecnici di approfondire, progettare e programmare i lavori.

Gli interventi sull'amianto e per l'ottenimento dei certificati prevenzione incendio resteranno invece in capo al comune, con linee di finanziamento separate e aggiuntive rispetto alla manutenzione straordinaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, le manutenzioni straordinarie saranno decise dai nove Municipi

MilanoToday è in caricamento