Cronaca Della casa

Occupazione Marcegaglia, firmato l'accordo con i sindacati: tre dipendenti saranno trasferiti

Salvi tre lavoratori, altri quattro perderanno il posto di lavoro ma riceveranno un indennizzo di 29mila euro

La sede di Marcegaglia occupata

Si è conclusa positivamente la vicenda dei sette lavoratori di Marcegaglia Buildtech che per quindici giorni hanno occupato la sede di via Della Casa 12 a Milano. Proprietà e il sindacato hanno trovato un accordo secondo il quale uno dei sette lavoratori venga trasferito in provincia di Bergamo, altri due a Pozzolo Formigara, in provincia di Alessandria, dove sono già stati trasferiti altri lavoratori della Marcegaglia. 

I restanti quattro dipendenti saranno licenziati con un incentivi pari a 29mila euro. Non solo: a seconda dell'età anagrafica, otterrano un'indennità di disoccupazione (Naspi) per due o tre anni.

 

«Si tratta di un'indiscutibile vittoria per la Fiom che ha sostenuto i lavoratori da subito e su tutta la linea — ha dichiarato soddisfatto Mirco Rota, segretario generale del sindacato lombardo —. Dopo tre incontri in Prefettura a Milano, Marcegaglia ha dovuto cedere rispetto alla sua posizione iniziale di massima intransigenza».

L'azienda — secondo quanto riportato dal sindacato — non era disposta a ricollocare nessun lavoratore e non voleva concedere il servizio bus ai due lavoratori che andranno a Pozzolo. Invece pagherà il treno e il bus per compensare ai disagi logistici. L'accordo è stato siglato davanti al sindaco di Milano Giuseppe Sala e all'assessore alle politiche per il lavoro Cristina Tajani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione Marcegaglia, firmato l'accordo con i sindacati: tre dipendenti saranno trasferiti

MilanoToday è in caricamento