Cronaca

Marco Carta accusato di furto, chiede rito abbreviato

Accusato di aver rubato delle magliette alla Rinascente di Milano, il cantante è imputato a Milano insieme a un'amica

Marco Carta (immagine repertorio)

Il cantante Marco Carta, accusato di aver rubato delle magliette 'griffate' lo scorso 31 maggio alla Rinascente di Milano, ha scelto di essere processato con rito abbreviato. Nel corso delle ultime settimane il pubblico magistrato Nicola Rossato è entrato in possesso delle immagini registrate dalle telecamere e ha ascoltato le testimonianze di alcuni dipendenti del negozio, che si sono aggiunti ad altri testi già sentiti.

L'artista è imputato insieme a un'amica per il furto in seguito al quale era stato arrestato. L'istanza di abbreviato - condizionata all'acquisizione delle riprese delle telecamere di sorveglianza - sarà depositata dall'avvocato Simone Ciro Giordano nel corso della prima udienza del 20 settembre.

"Sono tranquillo per settembre anzi non vedo l'ora": così a giugno Marco Carta era tornato a parlare del suo arresto (non convalidato) per un furto di magliette alla Rinascente e al processo che per questo dovrà affrontare a settembre per furto aggravato in concorso. Nelle scorse settimane il pm Rossato aveva acquistito le immagini delle telecamere della Rinascente e ascoltato alcuni dipendenti del negozio per rafforzare la tesi secondo cui Carta sarebbe responsabile del furto insieme all'amica 53enne Fabiana Muscas. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Carta accusato di furto, chiede rito abbreviato

MilanoToday è in caricamento