Cronaca Bicocca / Viale Piero e Alberto Pirelli

Noto ricercatore dell'università Bicocca uccide il fratello per l'eredità della villa storica

I carabinieri hanno arrestato Casonato, 62 anni, noto psichiatra e perito del Tribunale

Marco Casonato, noto e stimato ricercatore del dipartimento di psicologia dell'Università Bicocca di Milano, è stato arrestato per aver travolto e ucciso il fratello con un furgocino. L'uomo, uno dei proprietari della storica villa Massoni di Massa, avrebbe ucciso il fratello Piero investendolo con l'auto nel parco della loro proprietà. Gli inquirenti non avrebbero più dubbi sulla dinamica.

Arrestato Marco Casonato, ricercatore di Bicocca

Il dramma mercoledì pomeriggio. I carabinieri hanno arrestato Casonato,  62 anni, noto psichiatra e perito del Tribunale di Milano, con l’accusa di aver travolto intenzionalmente il fratello 60enne, provocandone la morte. Il movente del gesto è da ricercare nella contesa per la proprietà di cui Marco era il custode giudiziario.

Il movente: Villa Massoni, a Massa, è sotto sequestro

La villa era stata posta sotto sequestro dalla Procura. Negli ultimi mesi erano stati autorizzati lavori di messa in sicurezza e sul posto alcuni operai avevano una sede provvisoria.

Villa Massoni, di proprietà dei Casonato dal 1920, era "sotto sigilli" dal giugno del 2015 per decisione dalla Procura di Massa Carrara che aveva aperto un fascicolo a carico dei due eredi, i fratelli Marco Alberto Casonato e Piero Alessandro Casonato, erano accusati di danneggiamento al patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale, come previsto dell'articolo 733 del codice penale. Il processo a carico dei due fratelli è iniziato lo scorso 4 ottobre.

Il luogo, di rara bellezza, è rimasto nel cuore e nei ricordi di tutti i cittadini massesi per le feste dell'Unità, che il Pci per tanti anni organizzò all'interno del parco dagli anni Settanta in poi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noto ricercatore dell'università Bicocca uccide il fratello per l'eredità della villa storica

MilanoToday è in caricamento