rotate-mobile
Cronaca

Si lancia coi figli dopo una lite: aveva perso lavoro da un anno

L'uomo, Marco Turrini, aveva appena avuto una furibonda lite con la moglie: pare non lavorasse da oltre un anno. Nel raptus getta con sè i figli

Si chiamava Marco Turrini, 41 anni, agente pubblicitario, l'uomo autore di un tragico omicidio-suicidio a Brescia, dopo essersi lanciato coi figli di uno e quattro anni dal balcone della propria abitazione in via Cremona, la mattina di lunedì 21 maggio. 

Secondo una prima ricostruzione l'uomo, dopo una violenta lite con la moglie, un'infermiera, avrebbe deciso di farla finita, trascinando con sè nel folle gesto anche i piccoli figli. 

Pare che l'uomo fosse in difficoltà economiche e si trovasse senza lavoro da oltre un anno. 

Turrini è morto sul colpo, mentre i bambini sono deceduti all'ospedale civile di Brescia, dopo diversi disperati tentativi di rianimazione, 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lancia coi figli dopo una lite: aveva perso lavoro da un anno

MilanoToday è in caricamento