rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Caso Colombo: disposto il rimpatrio dei figli

Mariella Colombo dopo la separazione con il marito tedesco portò i figli in Italia. Il tribunale di Milano ha deciso che devono tornare in Germania. I legali: "Non considerate le discriminazioni"

I figli di Mariella Colombo, la donna milanese sposata con un tedesco che dopo la separazione ha portato con sè in Italia i figli nonostante una sentenza del tribunale della Germania avesse stabilito il contrario, torneranno dal padre. Lo ha deciso il tribunale di Milano. Secondo il legali della donna però "i giudici italiani" non avrebbero "tenuto in considerazione la documentazione sulle discriminazioni subite dalla signora Colombo e non solo nei procedimenti tedeschi". 

 
La decisione del Tribunale dei Minori giunge a conclusione di una complicata vicenda nell'ambito della quale la manager milanese, raggiunta da un mandato di cattura europeo per sottrazione di minori, lo scorso 24 ottobre è stata arrestata nel capoluogo lombardo e scarcerata il giorno dopo. I piccoli, dal febbraio scorso, si trovano, come più volte detto dalla madre, "in una località sicura con persone sicure". Questo per evitare che siano rintracciati dalle autorità e riportati in Germania dal padre. 
 
Il commento dei legali. Gli avvocati Laura Cossar e Francesca Cunteri, difensori di Marinella Colombo, hanno spiegato che "solo dopo un approfondito esame della decisione potranno valutare e commentare più approfonditamente, nonché adire gli strumenti giuridici a diposizione in Italia ed in Europa". "Appare evidente che - proseguono i legali in una nota - l'interesse dei minori e il loro diritto alla bigenitorialità non siano stati tenuti in nessuna considerazione". 

Il commento della madre.  "Sarebbe auspicabile una maggiore attenzione a come la Germania si pone nei confronti dei partner europei", ha dichiarato Marinella Colombo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Colombo: disposto il rimpatrio dei figli

MilanoToday è in caricamento