rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Macconago / Via Vaiano Valle

La piantagione con 180 piante di marijuana nella baracca del campo rom

Scoperta inusuale perché di solito i rom non trafficano droga. Il blitz

Una vera e propria piantagione di marijuana all'interno del campo rom di via Vaiano Valle, a Milano. L'hanno scoperta la polizia di Stato e la polizia locale dopo un'informazione acquisita dalla sezione antidroga della squadra mobile, guidata da Domenico Balsamo. Informazione del tutto inattesa, perché i nomadi di solito non trafficano droga.

Piantagione di marijuana al campo rom (foto Comune di Milano)

Le forze dell'ordine hanno quindi messo in atto una serie di accertamenti e, dopo avere trovato riscontri, i vigili sono intervenuti con alcuni monitoraggi mirati. L'attenzione si è concentrata su una baracca di legno che risultava vuota e disabitata, con un ingresso murato e una porticina chiusa a chiave.

L'autorità giudiziaria ha emesso un decreto di perquisizione per permettere alle forze dell'ordine di accedervi e, nelle prime ore della mattinata di lunedì, queste hanno fatto irruzione nel campo rom, "puntando" proprio alla baracca apparentemente disabitata. All'interno in una rudimentale stanza da letto con bagno, hanno scoperto un uomo di 29 anni originario dell'Albania e, soprattutto, la piantagione "indoor", con 180 piante già germogliate e circa 500 vasi, allestita con impianti di areazione e coltivazione, impianti idrici ed elettrici e lampade, necessari a creare le condizioni ambientali ideali per far germogliare i semi di cannabis.

La parte della baracca adibita alla coltivazione di cannabis era separata dagli altri ambienti: due finestre murate impedivano che si propagasse il tipico odore di marijuana. L'uomo è stato arrestato e portato nelle celle di sicurezza della questura di Milano in attesa del processo per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piantagione con 180 piante di marijuana nella baracca del campo rom

MilanoToday è in caricamento