menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, il coronavirus uccide un altro poliziotto penitenziario: morto Mario De Michele

Il poliziotto è stato stroncato a sei mesi dalla pensione, aveva 59 anni

Non si ferma la scia di morte del coronavirus. Nelle scorse ore il virus ha stroncato la vita di Mario De Michele, sostituto commissario di polizia penitenziaria della casa circondariale di San Vittore che sarebbe andato in pensione a inizio estate 2021. Il fatto è stato reso noto attraverso un comunicato dal Sappe, sindacato autonomi polizia penitenziaria.

Mario aveva 59 anni, era nato a Campodipietra (provincia di Campobasso) e alle spalle aveva 37 anni di servizio. "Un collega stimato e apprezzato da tutti, un uomo con la grande passione per il suo lavoro e che tra qualche mese avrebbe raggiunto il traguardo della meritata pensione — così lo definiscono dal sindacato —. Si, perché il virus maledetto non glielo ha permesso, ma sarebbe andato in pensione tra sei mesi".

"Ciao amico — hanno concluso gli agenti — continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa tenacia e passione che ci mettevi tu nel rispetto dei tuoi consigli e dei tuoi insegnamenti". I colleghi di Mario si sono stretti attorno alla moglie e al figlio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento