Cronaca

Prende a pugni in faccia la compagna dopo un banale litigio: poi si 'barrica' in casa, arrestato

I militari sono intervenuti a Pozzo d'Adda. La donna è finita in ospedale con un trauma cranico

Fuori di sé per l'alcol, ha preso a pugni in faccia la compagna. Sono state le urla della donna, nella notte di venerdì, a spaventare una vicina che, preoccupata, ha dato l'allarme ai carabinieri.

A Pozzo d'Adda (Miano), nell'abitazione di una donna di 49 anni, sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Vimercate che hanno trovato la vittima con tracce di sangue sul volto e il compagno asserragliato nell'appartamento da dove si rifiutava di aprire la porta ai militari. 

Dopo una trattativa che si è protratta per diverso tempo, l'uomo ha aperto la porta e i carabinieri lo hanno arrestato. La discussione che aveva fatto scattare la violenta reazione del convivente, pregiudicato, era nata per futili motivi ma, stando a quanto la vittima ha raccontato ai carabinieri, non era la prima volta che l'uomo usava la violenza nei confronti della donna verso cui, in passato, si era reso responsabile anche di minacce e maltrattamenti.

La 49enne è stata trasferita in codice giallo con un trauma cranico all'ospedale di Cernusco sul Naviglio dove è stata dimessa nella mattinata di martedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a pugni in faccia la compagna dopo un banale litigio: poi si 'barrica' in casa, arrestato

MilanoToday è in caricamento