Cronaca Via Molino Vecchio

Marito vuole uccidere la moglie bruciandola ma sbaglia e si dà fuoco: muore in ospedale

La donna nel frattempo era riuscita a mettersi in salvo saltando dal balcone al primo piano

Immagine di repertorio

E' morto sabato pomeriggio nell'ospedale Niguarda l'uomo che - mentre cercava di bruciare la moglie - ha preso a fuoco per errore.

Voleva uccidere la donna. Per questo motivo aveva scelto di bruciare l'appartamento dove vivevano. Nel farlo, anche i suoi vestiti si erano impregnati di benzina ed era stato avvolto dalle fiamme.

La donna, un'albanese di quarantuno anni, nel frattempo era riuscita a mettersi in salvo saltando dal balcone al primo piano. Aveva sfruttato l'istante in cui l'accendino del marito si era inceppato. L'uomo, un suo connazionale di cinquantadue anni, 'abbracciato' dal rogo e in preda al panico aveva cercato di salvarsi gettandosi dallo stesso balcone. Le sue condizioni fin da subito erano apparse disperate per via delle ustioni su tutto corpo. Era stato soccorso dall'eliambulanza dell'Azienda regionale emergenza urgenza.

Poco prima delle diciannove di venerdì sul posto, in via Molino Vecchio a Gorgonzola (Milano), erano intervenuti i soccorsi. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Cassano D'Adda, i due coniugi, avevano iniziato a discutere sulla imminente decisione del tribunale dell'Albania chiamato a pronunciarsi sulla loro separazione legale. La coppia aveva tre figli di quattordici, ventidue e ventitré anni che per fortuna non erano presenti nell'abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito vuole uccidere la moglie bruciandola ma sbaglia e si dà fuoco: muore in ospedale

MilanoToday è in caricamento