rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Stazione Centrale / Via Fabio Filzi, 14

Tangenti in Regione. Maroni: «Sono incazzato, stupito e deluso»

Il presidente della Regione Lombardia ha affidato a Facebook il suo commento riguardo agli arresti avvenuti marteì mattina alla conclusione dell'operazione Smile

«Sono incazzato, stupito e tanto deluso per quello che è successo». Inizia così la nota affidata a Facebook del governatore della Lombardia Roberto Maroni riguardo l'operazione Smile che nella mattinata di martedì ha fatto scattare le manette per 21 persone, tra cui il suo braccio destro Fabio Rizzi.

«L'azione svolta in questi mesi per garantire massima trasparenza ed efficienza nel sistema sanitario regionale è coperta di fango per l'azione irresponsabile di qualcuno che ha tradito la mia fiducia — prosegue Maroni —. La Regione Lombardia non c'entra, anzi, è parte offesa. Il sistema sanitario lombardo è un'eccellenza senza se e senza ma».

TUTTI I COINVOLTI

Il governatore della Lombardia non fa nessuna marcia indietro. «Ferma restando la presunzione di innocenza per gli indagati, ferma restando la fiducia nella magistratura, quanto è successo mi dà maggiore forza per continuare nell'azione di attuazione della riforma della sanità: proprio la nuova legge, infatti, prevede nuove regole, nuove procedure di trasparenza e nuovi strumenti di controllo. Accelerare la sua attuazione — conclude —  è il modo migliore per rispondere a questo brutto fatto di cronaca».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti in Regione. Maroni: «Sono incazzato, stupito e deluso»

MilanoToday è in caricamento