Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Prende a martellate la compagna e si lancia da un ponte: lei è in fin di vita, lui è morto

Il dramma si è consumato mercoledì pomeriggio nella casa di Briosco, in Brianza, in cui Elena - giovane estetista milanese - viveva col compagno Cristian, da cui si stava separando

Elena è in fin di vita in ospedale - Foto da Fb

La loro storia era ormai arrivata al capolinea. Avevano poco o nulla ancora da condividere Elena e Cristian. Una fine, dopo anni d’amore e due figli, che lui - quarantatré anni, di una famiglia molto nota in paese - non voleva accettare. Non riusciva ad accettare. 

Così, mercoledì pomeriggio, quando ha incrociato la sua ormai ex compagna nel garage della loro casa di via Medici a Briosco - tranquillo paesino della Brianza - non ha resistito. Ha afferrato un martelletto da muratore, l’ha colpita - una o più volte lo stabiliranno le indagini - e poi l’ha lasciata in un lago di sangue sul pavimento. Quindi, ha preso l’auto, ha guidato fino al “ponte dei suicidi” di Carate, a pochi chilometri da Briosco, e ha compiuto l’ultimo gesto del suo folle piano: un salto nel vuoto che gli è costato la vita. 

Verso le sei del pomeriggio, a dare l’allarme ai carabinieri di Seregno che indagano è stato il papà di Cristian, che vive a pochi metri dalla casa dell’orrore e che ha sentito le urla disperate della vittima. Quando è arrivato nel garage ha visto Elena, estetista nata trentasei anni fa a Milano, ridotta ad una maschera di sangue e ormai priva di sensi, con l'arma del delitto accanto. Quindi, con la coda dell’occhio è riuscito a vedere un'auto allontanarsi. A bordo di quella macchina c'era proprio suo figlio, che mai aveva avuto atteggiamenti violenti nei confronti della sua compagna. 

A trovare il corpo di Cristian, ormai privo di vita, ai piedi del ponte di “Realdino”, poco dopo, saranno i soccorritori e i vigili del fuoco, allertati dagli automobilisti.

Elena, invece, ora è al San Gerardo di Monza, in un letto d’ospedale: è stata operata per un profondo trauma cranico ed è in terapia intensiva a lottare tra la vita e la morte

Per fortuna, l’unica in una storia così drammatica, i figli della coppia - un bimbo di quattro anni e una bimba di due - mercoledì erano al mare con i nonni. Mamma e papà avevano provato ad “allontanarli” da casa per evitare che capissero quello che stava accadendo tra loro. Quella separazione, ormai decisa da tempo, ormai imminente, che è finita in tragedia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a martellate la compagna e si lancia da un ponte: lei è in fin di vita, lui è morto

MilanoToday è in caricamento