Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Porta Venezia / Corso Buenos Aires

In giro in metro con un martello: poi sfonda 7 vetrine di un negozio e aggredisce gli agenti

L'uomo, un 60enne italiano, è stato arrestato per danneggiamento aggravato e resistenza

Prima ha viaggiato in metro con un martello in mano. Poi, è sceso dal mezzo e ha cominciato a colpire i vetri dei distributori automatici e dei totem pubblicitari in stazione. Quindi, non contento, si è scagliato contro le vetrine dei negozi in strada e contro gli agenti, che alla fine sono riusciti a bloccarlo, non senza fatica. 

Un uomo di sessanta anni, un italiano con precedenti, è stato arrestato lunedì mattina a Milano con le accuse di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. La sua folle Pasquetta è iniziata alle 9, quando si è presentato sulla metro rossa con un martello. Arrivato nella fermata di Lima, il 60enne è sceso dal covoglio e in banchina ha distrutto i vetri delle macchinette automatiche e dei "display" pubblicitari. 

A quel punto, quando dalla centrale operativa di Atm aveva già avvisato il 112, l'uomo è uscito in strada - in corso Buenos Aires - e con lo stesso martello ha colpito le vetrine d'ingresso di sette negozi. Alla vista degli agenti, completamente fuori di sé, il 60enne ha anche cercato di aggredire i poliziotti e si è opposto con violenza all'arresto. 

Ascoltato dagli agenti, l'uomo non ha fornito alcuna spiegazione per giustificare la sua follia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In giro in metro con un martello: poi sfonda 7 vetrine di un negozio e aggredisce gli agenti

MilanoToday è in caricamento