Cronaca

Il 20enne che spacca tutti i cestini di Parco Sempione con un martello e poi aggredisce gli agenti

Il ragazzo è stato arrestato dalla polizia nonostante la reazione violenta

Prima contro gli arredi del parco. Poi contro gli agenti. Un ragazzo di 20 anni, un cittadino del Gambia irregolare e con precedenti, è stato arrestato mercoledì pomeriggio con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato per danneggiamento aggravato e porto di oggetti atti ad offendere al termine di un raid andato in scena a Parco Sempione. 

La prima chiamata al 112, poi seguita da molte altre, è arrivata verso le 18, quando alcuni testimoni hanno segnalato un uomo che si aggirava nell'area verde impugnando un machete o un grosso coltello. Sul posto sono subito intervenuti i poliziotti in moto, che hanno rintracciato il 20enne, che in realtà in mano aveva un lungo martello. 

Gli agenti lo hanno visto mentre danneggiava un cestino dei rifiuti - prima aveva fatto lo stesso con altri 15 cestini - e hanno cercato di bloccarlo, dovendo però fare i conti con la sua reazione violenta. Caricato sulla Volante arrivata in soccorso dei colleghi, il 20enne è stato portato in Questura ma anche in via Fatebenefratelli ha continuato a essere poco collaborativo e ha aggredito una seconda volta i due agenti che erano con lui, che alla fine lo hanno dichiarato in arresto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 20enne che spacca tutti i cestini di Parco Sempione con un martello e poi aggredisce gli agenti

MilanoToday è in caricamento