Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Coppia acido, Martina Levato non può recitare a teatro

A stabilirlo la corte di Cassazione confermando la decisione del Tribunale di Sorveglianza di Milano

Martina Levato, condannata a 19 anni e sei mesi di reclusione per aver aggredito tre persone con l'acido, non potrà lasciare il carcere per recitare a teatro.  A stabilirlo la corte di Cassazione confermando la decisione del Tribunale di  Sorveglianza di Milano con ordinanza del 23 gennaio 2020.

La giovane donna in base alla scelta degli ermellini non potrà allontanarsi dal carcere di San Vittore nemmeno per recitare al Piccolo come attrice nello spettacolo 'Decameron delle donne'. Per i giudici, il ricorso della Levato, che insisteva sulla "necessità" del permesso, è inammissibile.

La coppia dell'acido, formata da Martina Levato e Alexander Boettcher, e il loro amico e complice Andrea Magnani erano stati condannati in via definitiva nel 2018 dalla corte di Cassazione per le aggressioni con l'acido avvenute a Milano nel 2014. Per i tre era stato formulato un leggero sconto di pena perché, come richiesto dal procuratore generale, era stata esclusa l'aggravante di associazione a delinquere. La Levato sta scontando 19 anni e 6 mesi, Boettcher 21 anni e Magnani 8 anni, 9 mesi e 10 giorni . Come sostenuto dal pg di Cassazione Luigi Birritteri, il folle piano della coppia era "purgare Martina Levato da precedenti contatti amorosi".

Nel 2016 il Tribunale per i Minorenni di Milano aveva dichiarato lo "stato di adottabilità" per il figlio naturale della coppia Levato-Boettcher, nato a ferragosto 2015. Con il provvedimento i giudici avevano disposto "l'immediata sospensione di ogni rapporto, anche indiretto, del minore con i familiari" nonché "la sospensione dei genitori dall'esercizio della responsabilità genitoriale sul figlio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia acido, Martina Levato non può recitare a teatro

MilanoToday è in caricamento