menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migliaia di mascherine in auto: scoperto al posto di blocco, maxi multa

L'uomo ha fornito diverse versioni sul perché avesse le mascherine nella propria vettura. E un altro è stato sorpreso a venderle in strada

Migliaia di mascherine sono state sequestrate in piazzale Loreto e in piazza Tirana, a Milano, dagli agenti delle volanti della polizia in due diverse occasioni. E due uomini sono stati denunciati: un cinese di 32 anni e un italiano di 50 anni. 

Il primo episodio giovedì 10 aprile nel pomeriggio in piazzale Loreto. Gli agenti, impegnati in un posto di blocco, hanno notato un'auto con i sedili posteriori pieni di sacchi. Hanno deciso di fermarla: alla guida il 32enne originario della Cina, che per giustificare di trovarsi fuori casa ha fornito alcune versioni tra loro contrastanti e comunque non compatibili con le deroghe alle restrizioni di movimento per fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid-19.

Più di 5 mila mascherine in auto

A quel punto i poliziotti hanno deciso di controllare i sacchi sui sedili posteriori: all'interno c'erano 4.600 mascherine chirurgiche azzurre, 950 mascherine S-KN95C bianche (equivalenti alle ffpp2), 50 mascherine ffpp2, 94 confezioni di cartone componibile e dieci flaconi di liquido igienizzante da 500 millilitri ciascuno. L'uomo ha dapprima riferito che si trattava di materiale di proprietà di un suo amico, titolare di un negozio, e che lui sttava trasportando i sacchi per fargli un favore. Poi ha cambiato versione e ha riferito di avere ricevuto le mascherine direttamente dalla Cina e di doverle recapitare ad un'amica.

I poliziotti hanno controllato accuratamente le mascherine e hanno notato che, oltre a non esservi alcuna indicazione sul produttore e la provenienza, erano tutte prive del marchio CE. Una caratteristica che il Governo ha autorizzato, vista l'emergenza, a patto però che il produttore o l'importatore abbiano almeno l'autorizzazione dell'Istituto superiore di sanità o dell'Inail. E questa autorizzazione mancava. Così gli agneti hanno sequestrato tutto e hanno denunciato l'uomo multandolo per 6.373 euro.

Piazza Tirana, vende mascherine ai passanti

Venerdì 11 aprile, di mattina, il secondo episodio. Questa volta in piazza Tirana. Gli agenti del commissariato Lorenteggio hanno sorpreso un 50enne italiano mentre vendeva mascherine chirurgiche ai passanti. Ne aveva nove, riposte alla rinfusa in un sacchetto di tela cerata. A casa sua i poliziotti hanno trovato un pacco con altre cinquanta mascherine. L'uomo scambiava messaggi Whatsapp con aspiranti compratori: offriva i dispositivi a tre euro ciascuno, qualche volta scontandoli a 2,50 euro. Gli agenti lo hanno indagato per ricettazione e gli hanno inflitto una multa di 4.400 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento