Cronaca

Ricoverato per l'influenza, Mattia Rapetti muore a 18 anni stroncato da una polmonite

È successo all'ospedale di Treviglio: è la seconda morte per influenza in Lombardia

Mattia Rapetti

È morto a diciotto anni Mattia Rapetti, stroncato dalle complicazioni di una polmonite. Il giovane, che da qualche tempo viveva a Mozzanica (Bergamo) con la madre, era andato a scuola martedì 16 gennaio, al liceo Galileo Galilei di Caravaggio, poi era rimasto a casa per quello che sembrava poco più che un raffreddore.

Nei giorni successivi le sue condizioni si sono aggravate sempre più. Prima il ricovero in ospedale, a Treviglio, poi il coma farmacologico e infine, nella notte tra sabato e domenica 21 gennaio, la morte. Una tragedia che ha lasciato sbigottita tutta la comunità di Caravaggio.

I funerali si svolgeranno nella chiesa parrocchiale dei Santissimi Fermo e Rustico di Caravaggio. Le esequie si terranno mercoledì 24 gennaio alle 14; successivamente la salma di Mattia sarà tumulata nel cimitero di Caravaggio.

Non è la prima morte sospetta. A inizio gennaio una donna di 46 anni residente a Rho era morta sempre a causa dell'influenza; ondata influenzale che in questi giorni sta raggiungendo il picco, per questo motivo l'assessore regionale Giulio Gallera ha diramato un piano per affrontare l'emergenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverato per l'influenza, Mattia Rapetti muore a 18 anni stroncato da una polmonite

MilanoToday è in caricamento