Maugeri: Formigoni a processo per associazione a delinquere e corruzione

Chiusa l'indagine dai pm di Milano. Per il governatore uscente si prospetta il processo. A giudizio anche altre sedici persone tra cui Daccò e Simone

Roberto Formigoni

Roberto Formigoni sarà rinviato a giudizio insieme ad altre sedici persone sulla fondazione Maugeri. Sono state infatti chiuse le indagini da parte della procura di Milano. I pubblici ministeri, come ha reso noto Edmondo Bruti Liberati, sono pronti a chiedere il rinvio a giudizio per diciassette persone in tutto, ipotizzando reati come riciclaggio, frode e interposizione fittizia.

Formigoni è accusato di associazione a delinquere e corruzione. Il faccendiere Pierangelo Daccò (già condannato per il crac San Raffaele) gli avrebbe corrisposto "non meno di 270mila euro". 

Tra gli altri coinvolti ci sono Alberto Perego (amico di lunga data di Formigoni), Antonio Simone (ex assessore lombardo alla sanità) e lo stesso Daccò. Formigoni ha già avuto modo di dichiararsi innocente. La vicenda riguarda la distrazione milionaria dalle casse della fondazione Maugeri tra il 1997 e il 2011.

Roberto Formigoni in una nota accusa la giustizia e ironizza: "Pensavo mi accusassero di omicidio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento