Cronaca Porta Vittoria / Via Ottorino Respighi

Meningite confermata per lo studente del Leonardo da Vinci: presto vaccinazioni a tappeto

Sarà offerto gratuitamente il vaccino a tutti gli studenti del liceo frequentato dal 18enne che, intanto, è sempre al Niguarda ma non più in intensiva

Il giovane è ricoverato al Niguarda (Repertorio)

Confermata la diagnosi di meningite per il 18enne che studia al liceo scientifico Leonardo da Vinci di via Respighi, ricoverato al Niguarda da domenica 23 aprile. Lo rende noto Giulio Gallera, assessore regionale al welfare, che aggiunge che il meningococco che ha colpito lo studente è di tipo W135.

Le condizioni di salute del giovane sono stabili: da mercoledì 26 aprile non è più in terapia intensiva. La regione offrirà la vaccinazione 'a tappeto' per tutti gli studenti del liceo, come già avvenuto in occasione di altri casi di meningite in ragazzi o ragazze che frequentavano le scuole.

Il programma agevolato - che Ats (ex Asl) di Milano sta organizzando con il Fatebenefratelli-Sacco - verrà comunicato nei prossimi giorni. La vaccinazione sarà effettuata attraverso il quadrivalente che protegge dai tipi A, C, W135 e Y, già previsto nel piano vaccini fino a 18 anni, ma che in questo caso sarà offerto gratuitamente anche agli studenti maggiorenni del liceo.

Dall'inizio del 2017 salgono così a 19 i casi registrati in tutta la Lombardia, di cui due di tipo W135, otto di tipo C, sei di tipo B e tre di cui non è stato possibile individuare il ceppo. "Non ci troviamo in una situazione di emergenza", ribadisce Gallera ricordando che la somministrazione contro il meningococco è offerta a seconda del ceppo per classi di età (B per i nuovi nati a partire dal 2017, quadrivalente A, C W135 e Y fino ai 18 anni) e in persone a rischio per patologia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meningite confermata per lo studente del Leonardo da Vinci: presto vaccinazioni a tappeto

MilanoToday è in caricamento