rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Allarme meningite a Milano, vaccini gratis per i compagni delle studentesse morte in Statale

L'annuncio dell'Ats: "Si è deciso di vaccinare 140 persone". Intanto continuano le analisi

Vaccini gratis contro la paura meningite a Milano. L’Ats - ex Asl - della città metropolitana ha infatti deciso di vaccinare entro Natale le circa centoquaranta persone che sono state più vicine ad Alessandra e Flavia, le due studentesse dell’università Statale morte nel giro di quattro mesi per meningite

Alessandra Covezzi, ventiquattro anni - a Milano per un master in Industrial Chemistry - se n’era andata a luglio, stroncata dalla malattia. Il 29 novembre mattina la stessa sorte è poi toccata a Flavia Roncalli, coetanea e compagna di studi in Statale. Inizialmente, la tragedia era stata imputata a un malore, poi - invece - era arrivata la conferma del Niguarda sul contagio

Da qui la decisione dell’Ats, annunciata dal responsabile dell’Igiene Pubblica, Giorgio Ciconali. "La prima seduta di vaccinazione è prevista per il 9 dicembre -  ha spiegato -. Con ogni probabilità il meningococco per il quale sono in corso analisi genetiche è di tipo C, anche se ci vorranno giorni per la conclusione della tipizzazione. Si è quindi deciso di vaccinare circa centoquaranta persone, appartenenti al nucleo interessato. La vaccinazione si completerà in due o tre sedute, sicuramente entro Natale".

Non è ancora chiaro, infatti, se il ceppo del virus responsabile delle due morti sia lo stesso - sono in corso le analisi per chiarirlo -, ma l’Ats ha deciso di muoversi in maniera preventiva.  

“Il pensiero per questi ragazzi - ha chiarito Ciconali - è dargli una maggior protezione avendo avuto due casi nello stesso luogo e nella stessa comunità di persone. Per loro, in attesa degli sviluppi degli esami batteriologici, si è pensato a una vaccinazione gratuita e sollecita”.

"La vaccinazione - ha tenuto a precisare il medico, cercando di non far preoccupare studenti e famiglie - procederà senza alcuna fretta considerato che la profilassi antibiotica sui contatti a rischio è già stata avviata immediatamente"

“È scontato - ha commentato il responsabile dell’Ats - che ci sia un portatore della malattia. Tutti i casi derivano dal fatto che l’essere umano è portatore, la fonte del contagio è sempre un altro essere uman. È curioso - ha ammesso - che ci siano stati due casi nello stesso luogo, potrebbero essere due portatori diversi e lo sapremo confrontando i due batteri. Se fossero identici - ha concluso Ciconali - è probabile che ci sia un solo portatore, ma prima di arrivare a questa conclusione ci vuole tempo per gli esami”. 

QUAL È IL RISCHIO DI CONTAGIO? 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme meningite a Milano, vaccini gratis per i compagni delle studentesse morte in Statale

MilanoToday è in caricamento