rotate-mobile
Cronaca Cascina Gobba / Cavalcavia Cascina Gobba

Mercato di Cascina Gobba: sequestrati alimenti avariati

Cibi con muffe, importati dall'Est Europa senza autorizzazioni e senza alcuna "precauzione" igienica: tredici persone sono state denunciate dai Nas dei carabinieri

Operazione dei carabinieri dei Nas contro le importazioni illecite di alimenti non sicuri. I militari, in collaborazione con personale dell'Asl, della questura e della polizia annonaria, hanno effettuato una serie di ispezioni igienico sanitarie nei confronti di venditori ambulanti dell'Est europeo, accertando che avevano importato dai rispettivi paesi di origine cospicui quantitativi di alimenti.

I prodotti, trasportati in veicoli non idonei a garantirne la sicurezza, caratterizzati da sporco diffuso e muffe, venivano venduti in un mercato allestito in un parcheggio milanese - a Cascina Gobba (frequentato anche da cittadini italiani) - ed erano riposti in cassette di plastica senza l'utilizzo di apparecchiature refrigeranti, in assenza di procedure igieniche, nonché stoccati in promiscuità con altro materiale non alimentare. Il mercato era già stato chiuso all'inizio dell'estate. 

Alimenti avariati (foto Nas Carabinieri)

I carabinieri del Nas hanno quindi sequestrato oltre una tonnellata e mezza di alimenti di varia natura, pericolosi per la salute pubblica, insudiciati ed in cattivo stato di conservazione.

Buona parte dei prodotti costituita da salumi, prodotti carnei, ittici e lattiero caseari (per i quali è necessaria la conservazione in frigorifero), è stata rinvenuta a temperatura ambiente.

Sequestrati inoltre circa 100 chili di alimenti di ignota provenienza, tra i quali un distillato alcolico ad alta gradazione di produzione artigianale. Tredici le denunce effettuate dai militari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato di Cascina Gobba: sequestrati alimenti avariati

MilanoToday è in caricamento