Cronaca

"Vengo da Krypton" e per nove volte toglie la corrente alla metro di Milano: denunciato

Nove casi tra domenica e lunedì. L'uomo è stato fermato dalla security Atm e dalla polizia

"Vengo da Krypton, è stata un'energia a muovere la mia mano per fermare i treni". Si è giustificato con queste parole con la polizia il 29enne italiano che tra domenica e lunedì 27 maggio ha fermato per nove volte la metropolitana di Milano azionando una leva di emergenza sulla banchina. Il giovane, che soffre di problemi psichici, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e dopo la farneticante spiegazione è stato accompagnato in ospedale per una visita psichiatrica.

Tira il manettino di emergenza e blocca la metro

Tutto è iniziato nella giornata di domenica 26 maggio quando l'uomo ha bloccato per sette volte i treni della metropolitana di Milano: cinque i casi sulla M1, uno sulla M2 e uno sulla M3, come precisato da Atm. 

Il copione era sempre lo stesso: si avvicinava alla leva di emergenza della stazione — un manettino protetto da un vetro che serve per togliere tensione alla linea — e dopo aver infranto la protezione tirava la leva.

Nella serata di domenica, intorno alle 22.30, la security di Atm era riuscita a fermarlo e a consegnarlo ai poliziotti, era stato accompagnato in questura dove era stato denunciato a piede libero.

Nella mattinata di lunedì era tornato in azione: aveva bloccato la M1 nelle stazioni di Palestro e Lima, sempre azionando il "manettino di emergenza". Sempre la security Atm l'aveva bloccato e affidato alle forze dell'ordine. E proprio a loro ha raccontato di essere arrivato dall'immaginario pianeta di Superman. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vengo da Krypton" e per nove volte toglie la corrente alla metro di Milano: denunciato

MilanoToday è in caricamento