Cronaca

Il cantante Michele Bravi indagato per omicidio stradale

Nello schianto dello scorso novembre che aveva coinvolto il cantante era morta una donna

Omicidio stradale. Di questa accusa dovrà difendersi il cantante Michele Bravi. La Procura di Milano, infatti, ha notificato l'avviso di conclusione indagini, che prelude alla richiesta di processo.

Il 24enne ex vincitore di X Factor era rimasto coinvolto in un incidente il 22 novembre scorso nel quale era morta una 58enne che era in sella ad una moto.

Nelle indagini il pm Alessandra Cerreti ha disposto una consulenza cinematica. Ora Bravi, che aveva già espresso il suo "profondo dolore" annullando tutti gli impegni, attraverso il legale Manuel Gabrielli, potrà depositare memorie o chiedere l'interrogatorio.

"Ciao. Sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene". Poche, stringate parole, ma intense e piene d'affetto, quelle che aveva scritto Michele Bravi su Twitter. Il cantante, 24 anni, era tornato a parlare per la prima volta dopo la tragedia dello scorso novembre il 27 marzo. 

Secondo le ricostruzioni della polizia locale immediatamente successive al fatto, l'ex protagonista del talent show si trovava alla guida di un'auto a noleggio ed avrebbe fatto un'inversione improvvisa del senso di marcia centrando una moto. Una ricostruzione contestata dal legale, secondo cui Bravi ha svoltato a sinistra per accedere a un passo carraio posto sull'altro lato della strada, scontrandosi contro l'altro veicolo a manovra già iniziata.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantante Michele Bravi indagato per omicidio stradale

MilanoToday è in caricamento