rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca Vignate / Via Privata Cassanese

I quattro ragazzi chiusi per ore nel cassone di un tir

I giovani, tutti afgani, sono stai trovati nel cassone di un camion partito da Trieste

Quasi 400 chilometri chiusi nel cassone di un tir. Più di 4 ore fermi lì, con la speranza di arrivare a Milano. Quattro giovani afghani - un 25enne, un 24enne, un 22enne e un 15enne, tutti irregolari in Italia - sono stati trovati nel tardo pomeriggio di lunedì in un tir partito da Trieste e arrivato in un'azienda logistica di Vignate, nel Milanese. 

Così Milano finisce sulla rotta dei migranti

A dare l'allarme è stato il guidatore del mezzo, un autotrasportatore bulgaro di 50 anni, che - una volta giunto a destinazione, in via Privata Cassanese - ha sentito dei rumori provenire dalla parte posteriore del camion e ha immediatamente allertato i soccorsi. I quattro migranti sono stati identificati dai carabinieri e indagati per l'ingresso irregolare in Italia. Il più giovane, poi affidato ai servizi sociali, è stato anche accompagnato in ospedale per un'infezione.

I primi accertamenti hanno permesso di verificare che il tir era partito in mattinata da Trieste, anche se non è ancora chiaro il container che trasportava da dove fosse arrivato. La versione del guidatore è stata ritenuta credibile - anche perché è stato lui stesso a chiamare le forze dell'ordine - e nei suoi confronti non sono stati presi provvedimenti. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I quattro ragazzi chiusi per ore nel cassone di un tir

MilanoToday è in caricamento