menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bardolino - Foto repertorio Veronasera

Bardolino - Foto repertorio Veronasera

In vacanza con i genitori nella casa al lago, ragazzo milanese spaccia sul Garda: arrestato

In manette un giovane di ventisei anni, che ha anche cercato di fuggire dai carabinieri

Resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Sono le accuse per cui L.F., milanese 26enne, è stato arrestato sabato dai carabinieri di Peschiera del Garda.

Quel giorno i militari erano in servizio a Bardolino, sul Lungolago Cipriani, e all'altezza della struttura Lido Mirabello Beach la loro attenzione era stata attirata da tre ragazzi che camminavano a piedi e che avevano tentato di allontanarsi alla vista degli uomini in divisa. Durante il controllo, L.F. si era mostrato irrequieto e agitato, e alle domande dei militari aveva risposto scappando in direzione del lago.

I carabinieri avevano inseguito il fuggitivo e lo avevano afferrato dopo circa 15 metri. Il 26enne, per nulla intenzionato a fermarsi, aveva però trascinato uno dei militari, facendolo cadere su un prato, e aveva ricominciato a correre per poi gettare qualcosa nel lago. I militari, però, lo avevano bloccato di nuovo e poi avevano recuperato dall'acqua l'involucro buttato dal giovane, al cui interno c'erano 50 grammi di hashish. 

I militari avevano quindi perquisito la casa vacanza in cui si trovava il ragazzo insieme alla famiglia - un appartamento a Bardolino - e avevano trovato altri cinquanta grammi di "fumo". Lunedì il 26enne ha patteggiato sei mesi di reclusione, con pena sospesa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento