Cronaca Piazzale Loreto

Strage di piazzale Loreto: oggi la 66esima commemorazione

Tutte le istituzioni locali e la cittadinanza, questa mattina, hanno commemorato il 66esimo anniversario della strage di piazzale Loreto. Le vittime della furia nazista chiamati "Cavalieri di speranza"

Sono dei "Cavalieri di speranza". Così il vicepresidente provinciale dell'Ansa, Gaspare Grassa, ha definito questa mattina i 15 partigiani fucilati dalle SS in piazzale Loreto il 10 agosto 1944. E 66 anni dopo, Milano, insieme a tutti i rappresentanti delle istituzioni locali, rende omaggio ai caduti in quella che viene da sempre ricordata come la strage di piazzale Loreto.

I quindici partigiani, in gran parte operai, vennero prelevati dal carcere di San Vittore, condotti sul piazzale e fucilati. L' eccidio, per la brutalità, risvegliò la coscienza della città occupata tanto da spingere molti storici a indicarlo come l' episodio inaugurale della stagione della resistenza milanese. "Il sacrificio di piazzale Loreto - ha ricordato l'assessore comunale Giovanni Terzi - segnò quella volontà di riscatto che portò alla liberazione di Milano".

Alla deposizione delle corone hanno partecipato, oltre ai rappresentanti della Provincia, della Regione e del Comune, molti sindaci dell'hinterland, vecchi partigiani, il presidente dell'Anpi Antonio Pizzinato, vecchi partigiani, decine di cittadini e esponenti politici di centrosinistra, tra cui Giuliano Pisapia, candidato alle primarie per la scelta del sindaco di Milano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di piazzale Loreto: oggi la 66esima commemorazione

MilanoToday è in caricamento