Cronaca

Bancomat sotto assedio: doppia clonazione scoperta dalle Fiamme Gialle

Ignoti truffatori hanno alterato le casse bancomat di due istituti di credito di Milano. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza che invita i cittadini: “Segnalate sospetti e anomalie”

Sequestrati dalla Guardia di Finanza due bancomat milanesi manomessi da ignoti truffatori. Del primo si è accorto un ex finanziere in pensione, andando a prelevare in piazza Giovanni dalle Bande Nere. Il militare ha notato che la fessura per inserire la scheda magnetica era stata modificata, probabilmente per consentire ai malviventi di clonare i codici e memorizzare i dati degli ignari possessori.

  Il meccanismo consentiva di carpire i dati dalla banda magnetica delle schede  
Il secondo bancomat “taroccato” ad arte è stato scoperto in una banca di via dei Missaglia: si tratta di un meccanismo interno alla cassa, molto simile all'originale e pressochè invisibile, che serviva per clonare le schede. Inoltre, una piccola telecamera posta sopra la tastiera consentiva ai truffatori di captare anche il codice pin, digitato dai clienti.

Entrambi i bancomat sono stati sottoposti a sequestro da parte del Comando provinciale della Guardia di Finanza, che ha anche presentato denuncia contro ignoti per frode informatica. L'appello delle fiamme gialle ai cittadini: “segnalate eventuali sospetti e anomalie rinvenute”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat sotto assedio: doppia clonazione scoperta dalle Fiamme Gialle

MilanoToday è in caricamento