Emergenza Coronavirus, l'appello del sindaco di Milano ai runner: "Non uscite a correre"

Lo ha detto il primo cittadino durante il suo videomessaggio pubblicato sui social

Beppe Sala

"Permettetemi di dire che trovo inaccettabile che ai medici, al personale sanitario, ai medici di base non venga fatto il tampone: questo lo trovo francamente inaccettabile da parte della nostra sanità". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nella mattinata di mercoledì 18 marzo durante il suo consueto videomessaggio pubblicato su Facebook.

Il sindaco Sala ha poi rinnovato un appello accorato ai milanesi affinché restino a casa in questi giorni. Non solo: ha chiesto agli anziani di evitare di fare spese quotidiane e ai runner di non uscire a correre. "Premetto che voi, secondo i decreti del governo potete correre — ha ricordato il primo cittadino—, ma provate ad avere questo pensiero: mentre tu, runner, corri e sei felice, ne hai cento alla finestra che ti guardano e si arrabbiano perché si sentono reclusi mentre tu corri per le strade". 

"Quando l'emergenza Coronavirus sarà  passata — ha concluso Sala — si dovrà mettere in atto una ricostruzione sociale ed economica senza precedenti. Io sono in ufficio a Palazzo Marino a gestire il quotidiano ma anche molto a pensare a cosa fare dopo, io ci sono e sono qui a lavorare con i miei collaboratori per la città".

Come aumentano i contagi a Milano

Secondo l'ultimo bollettino reso noto dalla Regione nel pomeriggio di martedì 17 marzo all'ombra della Madonnina si sono registrati 964 casi. Per "leggere il dato" bisogna tenere conto che il 10 marzo erano 246 e che in un solo giorno si sono registrati 151 casi.

La situazione non è più rosea nella Città Metropolitana: tra Milano e hinterland i casi registrati sono 2.326 e il 10 marzo erano 592. La provincia più colpita dal Coronavirus è ancora Bergamo - 3993 casi -, seguita da Brescia - 3300 casi - e Milano, 2326. Poi ci sono: Cremona - 2073 -, Lodi - 1418 -, Pavia - 884 -, Mantova - 465 -, Lecco con 440, Monza e Brianza - 376 -, Como - 256 -, Varese - 234 - e Sondrio con 74.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Lombardia, invece, i casi totali sono saliti a 16.220. Le persone che hanno sconfitto il virus sono state 2.485, 1.640 sono morte mentre altre 879 stanno lottando nei reparti di terapia intensiva degli ospedali Lombardi. Il totale delle persone ricoverate, invece, è arrivato a 6.953.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Coronavirus, in Italia si va verso il lockdown: Milano in cima alla lista delle città da chiudere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento