rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Dopo le percosse, scortata a casa dalla polizia

Una donna marocchina è stata accompagnata a casa dagli agenti dopo essersi recata al Policlinico a farsi medicare le ferite provocate dalle percosse del marito. Adesso è stata affidata a una comunità

Aveva paura di tornare a casa. Così una donna di 27 anni di origine marocchina si è fatta scortare dagli agenti della polizia mentre, ieri sera, rincasava nel suo appartamento a Milano dove viveva con il marito e due bambini.


La giovane mamma era stata accompagnata al Policlinico nel pomeriggio, per farsi medicare le ferite provocate - per l'ennesima volta - dalle botte del marito. Poi, intorno alle 23, la polizia l'ha scortata fino al suo appartamento, dove la donna ha fatto le valigie abbandonando il marito. Con i figli di 3 e 8 anni, è stata affidata una comunità.


Quello di ieri è solo l'ultimo episodio delle violenze che si consumano quotidianamente fra le mura domestiche. Lo scorso 26 aprile una donna di 88 anni era stata picchiata al volto dal figlio 59enne, sembra per una questione di eredità: l'uomo - senza lavoro - viveva in casa della madre con la moglie e una figlia, ma l'alloggio per 4 persone era troppo piccolo. Per la sorella, l'uomo voleva esasperare la madre per costringerla ad andarsene, lasciandogli libero l'appartamento. A Rho, i primi di aprile, un uomo si è scagliato addosso alla convivente minacciando di ammazzarla con un cacciavite. Sono stati i carabinieri, allertati da un vicino di casa, ad evitare il peggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le percosse, scortata a casa dalla polizia

MilanoToday è in caricamento