Cronaca

Smog alle stelle a Milano: la Pianura Padana fotografata dall'astronauta Paolo Nespoli

A Milano le concentrazioni di Pm10 hanno toccato i 90 microgrammi per metro cubo

La foto di Nespoli

La Pianura Padana fotografata da un punto di vista privilegiato: la stazione spaziale internazionale. L'immagine, scattata dall'astronauta italiano Paolo Nespoli, incute quasi timore: il nostro territorio è nascosto da una spessa cortina di foschia. "Nebbia o smog?" si interroga il cosmonauta.

La risposta arriva indirettamente dal Centro Meteorologico Lombardo che, in un post su Facebook, ha analizzato la situazione. "La coltre grigiastra, ben visibile dall'immagine satellitare, altro non è che vapore acqueo stratificato, reso evidente dalla presenza d'aria estremamente più secca a quota appena superiore (da circa 2000m slm a salire) — scrivono gli esperti —. Questa netta e improvvisa discontinuità tra queste due masse d'aria, specie se fotografata sotto un angolo importante rispetto alla verticale, genera una sorta di effetto riflesso sulla radiazione solare incidente. Allo stesso modo di quando osserviamo uno specchio d'acqua (si chiama "specchio" proprio per quello!), la visione del fondale c'è in parte preclusa dai fenomeni di riflessione della luce sulla superficie".

"L'inquinamento atmosferico di origine antropica - a meno di fenomeni estremi quali ad esempio grossi incendi - non è sostanzialmente apprezzabile all'osservazione satellitare nel canale visibile — precisa il centro meteorologico Lombardo —. Vale a dire: condizioni opposte, con visibilità ottima, non significano aria pulita con assenza di inquinanti, anzi. Indicano più che altro assenza d'umidità stratificata".

La situazione smog è comunque critica. Secondo i dati pubblicati da Arpa Lombardia sul portale istituzionale nella giornata di mercoledì 18 la concentrazione di Pm10 a Milano è di 90 microgrammi per metro cubo. In pratica quasi il doppio rispetto al massimo consentito (50 microgrammi per metro cubo). La situazione è preoccupante, anche perché non sono previste perturbazioni nei prossimi giorni. 

Per combattere l'inquinamento a Milano è scattato lo stop delle auto inquinanti. Non solo: visto il caldo fuori stagione il comune ha invitato i cittadini a tenere spente le caldaie. Ma non è abbastanza e ne è convinto anche il sindaco Giuseppe Sala che ha spiegato: "Servono misure a lungo termine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog alle stelle a Milano: la Pianura Padana fotografata dall'astronauta Paolo Nespoli

MilanoToday è in caricamento