rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Piazzale Cimitero Monumeltale

Cimitero Monumentale: calcinacci e infiltrazioni “minime”, la stampa disegnò una catastrofe

Sopralluogo della Commissione Famedio, ieri mattina, al cimitero Monumentale di Milano. Parla l'assessore Pillitteri: "la sacralità e la bellezza di questo luogo sono preservate, qui di calcinacci non ce ne sono"

"Vorrei tranquillizzare tutti i milanesi che qui di calcinacci non ce ne sono, la sacralità e la bellezza di questo luogo sono preservate", è quanto ha dichiarato l'assessore ai Servizi Funebri e Cimiteriali Stefano Pillitteri in occasione del sopralluogo che la Commissione Famedio ha effettuato ieri mattina "per valutarne lo stato di conservazione ed in preparazione di quella che sarà la cerimonia del 2 novembre".


"Questa estate la stampa ha descritto una situazione catastrofica, il problema sicuramente esiste ma si tratta di semplici infiltrazioni che risalgono a decenni fa e che hanno portato l'intonaco a scrostarsi, ma si parla di micron - ha continuato Pillitteri - Ora si tratterebbe di fare un intervento di restauro e di ricostruzione, anche dal punto di vista artistico, ma la coperta è sempre troppo corta, in tutto a mia disposizione ho 6 milioni di euro: mancano i fondi e ci sono altre situazioni di emergenza, ad esempio quella del Cimitero Maggiore".

  La stampa questa estate ha dipinto una situazione catastrofica  


La cerimonia e il rito d'iscrizione per i cittadini benemeriti che sono mancati durante l'anno, come ogni 2 novembre, verranno celebrati, "Lo spazio sarà perfettamente fruibile ed è in uno stato decoroso" ha assicurato l'assessore, e "Quest'anno sarà proposta alla commissione una iscrizione congiunta per Sandra Mondaini e Raimondo Vianello - ha anticipato Manfredi Palmeri, presidente del Consiglio Comunale di Milano - Sarebbe la prima volta in 120 anni di storia ma credo che farebbe loro piacere essere ricordati ed essere ricordati insieme". Diverso iter dovrebbe seguire la proposta del sindaco di effettuare la tumulazione di entrambi all'interno del cimitero monumentale, "Sarebbe necessario in quel caso tener conto delle attuali volontà dei famigliari e dei due soggetti" ha spiegato Palmeri.


Compresi quelli di Sandra e Raimondo, i nomi degli iscritti saranno massimo 15, "La scelta deve tener conto anche dell'eterogeneità del gruppo - ha spiegato il consigliere comunale del Pd Andrea Fanzaghi - Vogliamo che siano rappresentate un po' tutte le categorie considerando anche i nomi di coloro che sono stati commemorati durante i consigli comunali durante l'anno e di quelli che gli anni scorsi non sono rientrati nei prescelti per problemi di numero. Ora si tratta solo di raccogliere le informazioni e poi di selezionare i nomi dei cittadini benemeriti del 2010, Sandra e Raimondo saranno sicuramente tra questi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero Monumentale: calcinacci e infiltrazioni “minime”, la stampa disegnò una catastrofe

MilanoToday è in caricamento