Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Unicredit, procura della repubblica di Milano e forze dell’ordine uniti contro le truffe agli anziani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il fenomeno delle truffe, si sta diffondendo sempre più nel milanese e colpisce in particolar modo le fasce più deboli della popolazione. Proprio per questo motivo UniCredit e la Procura della Repubblica hanno deciso di proseguire anche a Milano il progetto "Occhio alle truffe" finalizzato a sviluppare nei dipendenti della banca una maggiore sensibilità sul tema della criminalità organizzata e in particolare sul fenomeno delle truffe agli anziani.

Principali fruitori dell'iniziativa di oggi sono un centinaio di clienti della banca con le loro famiglie e lo staff dell'Area Commerciale Milano Est di UniCredit che si sono incontrati in via Stradivari 4 a cui sono state illustrate le tecniche utilizzate dai malviventi, le misure utili per prevenire i reati, siano essi rapine, furti o truffe e i comportamenti da tenere in caso di situazioni critiche e di emergenza.

L'incontro del ciclo "Occhio alle truffe" si è svolto oggi, presso la sede dell'Agenzia di UniCredit in Via Stradivari, alla presenza di Aldo Prost, Direttore Commerciale per l'Area Milano Est di UniCredit, di Annalisa Areni, Responsabile Customer Satisfaction per la Lombardia di UniCredit, di Pietro Blengino del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions, del personale del Pool di prevenzione delle truffe agli anziani, un Ufficio specializzato della Polizia Giudiziaria nella lotta ai purtroppo frequenti episodi di questo tipo di truffa, del personale del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano e con la partecipazione di personale dell'Ospedale San Carlo Borromeo (Unità di Psicologia Clinica) di Milano.

"Questa iniziativa è di grande rilevanza - ha affermato uno degli investigatori dello speciale Pool Antitruffe costituito presso la Procura della Repubblica di Milano - perché tenta di debellare uno dei fenomeni criminali più odiosi che è quello delle truffe alle fasce più deboli della popolazione. Proprio per questo è assai apprezzabile questa proficua collaborazione con UniCredit, nella convinzione che per contrastare le truffe non basta soltanto un'energica repressione, ma bisogna puntare anche e soprattutto sulla prevenzione. I dipendenti bancari possono fare molto per questo, aiutando quindi le Forze di Polizia a combattere questo fenomeno criminale. Infatti, agevolare nei dipendenti bancari la conoscenza delle tecniche utilizzate dai malviventi, unita alla conoscenza che hanno dei loro clienti e dei comportamenti bancari abituali, può aiutare gli addetti allo sportello a reprimere o sventare tentativi di truffe ai danni di anziani".

"Conoscere di persona il cliente, quali operazioni bancarie esegue di norma e con quale frequenza può rivelarsi fondamentale per sventare una truffa ai suoi danni - ha aggiunto Aldo Prost, Direttore Commerciale per l'Area Milano Est di UniCredit. Ad esempio, se un anziano generalmente preleva la stessa somma con cadenza settimanale, potrà costituire un campanello d'allarme la richiesta di un prelievo più consistente. Sono molteplici le tecniche usate dai malviventi per truffare le fasce più deboli della popolazione - dal fingersi conoscenti di amici o parenti, fino all'assumere identità false - e non è sempre facile riconoscere un tentativo di truffa. Proprio per questo abbiamo deciso di investire molto nella formazione specifica dei nostri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità nel riconoscere possibili raggiri ai danni di anziani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicredit, procura della repubblica di Milano e forze dell’ordine uniti contro le truffe agli anziani

MilanoToday è in caricamento